Ciao Capo! Mi spiace non puoi Copiare i contenuti del TheLastWar!

Unfair banned: il ban più grande della storia di Clash of Clans!

Unfair banned: il ban più grande della storia di Clash of Clans!

fotoarticolo

Si avvicina il “black friday” il giorno nel quale si potrà acquistare in America qualunque tipo di merce a dei prezzi scontatissimi. Da qui mi è venuta l’ispirazione per l’articolo di oggi nel quale parleremo del ban più grande della storia di Clash of Clans,definito da chi è stato bandito a vita dal gioco unfair , cioè sleale. Ma andiamo per gradi. Nella notte del 31 Agosto 2016 la Supercell dopo aver inviato continuamente delle notifiche incoraggiando i propri giocatori a un gioco corretto ha messo in atto la più grande campagna di “pulizia” di giocatori macchiatisi di comportamenti sleali che andavano contro le regole della community stessa. Che cos’è un ban? Essere bannati vuol dire sostanzialmente essere banditi da un gioco,un canale youtube,un sito internet…ecc con conseguenze graduali in base al torto compiuto: si può essere bannati per due giorni,due settimane o definitivamente. In Clash of Clans esistono sostanzialmente 4 tipi di ban che ora andremo a analizzare uno ad uno:

  1. Ban di tipo offensivo: se ci si lascia andare a comportamenti offensivi nonché all’invio di messaggi in chat globale si può essere segnalati con la conseguenza di essere banditi dal gioco. Non solo ma se si utilizza un nick esplicito/offensivo o una base discutibile si può rientrare in questa categoria. La “punizione” per chi assume questi comportamenti è variabile e può andare da un minimo due giorni (prima segnalazione) a un ban definitivo se si arriva alla segnalazione numero quattro. Difatti se dopo essere stati banditi si viene segnalati di nuovo si incorre in un ban di 10 giorni, un ulteriore segnalazione dopo il precedente ban porta a un ban di 31 giorni sino ad arrivare alla pena massima.
  2. Ban per via dell’acquisto di gemme tramite siti/shop alternativi: è risaputo ormai che su Clash of Clans si ha  la possibilità di spendere soldi reali per l’acquisto di gemme da utilizzare o investire nel proprio villaggio. La Supercell per questo ha un proprio Shop (negozio) ma non contenti i giocatori hanno trovato il modo di acquistarle andando su siti alternativi, infrangendo le regole della Supercell che detiene il monopolio per l’acquisto di gemme. Non solo si rischia di essere bannati dal gioco  (anche qui da un minimo di 2 giorni,passando per 10 e 31 gg in base al numero di segnalazioni) ma si potrebbe incorrere nella truffa da parte di chi non solo preleva anticipatamente i vostri soldi senza restituirvi nessuna gemma , ma anche in chi in un modo o in un altro potrebbe impossessarsi del vostro villaggio e delle vostre credenziali. Un mio consiglio: se dovete comparare gemme fatelo dal gioco.
  3. Ban per via dell’utilizzo di mod/root o software di terze parti: questo il punto sul quale la Supercell ha maggiormente insistito. E’ vecchia come l’acqua calda la storia che ogni gioco (che sia per smarphone o per console) è dotato di mod annesse ovvero di software o programmi interamente studiati per alterare o facilitare l’esperienza di gioco. Tra le sue politiche la Supercell vieta categoricamente l’utilizzo di xmodgames o ImodGames e molti altri tool che hanno permesso di simulare attacchi in war,cercare villi con un numero prestabilito di risorse e molto altro. Certo tutte cose carine,ma per carità vietate dalla Supercell. Se si fa utilizzo di questi tool si rischia un primo ban di 31 giorni che anticipa uno definitivo che ti impedisce di entrare nel tuo villaggio.
  4. Ban per via dell’acquisto/vendita di villaggi: se si “tenta” di acquistare o vendere dei villaggi si compie una violazione di 3 termini d’uso: infatti non sono si violano le politiche di Supercell ma anche e contemporaneamente quelle di iTunes o GooglePlay (a seconda del vostro dispositivo). Per questo motivo qui si rischia subito e immediatamente la pena massima prevista dal gioco ovvero il ban permanente e massimo.

Ora dopo aver chiarito e spiegato caso per caso possiamo affrontare l’argomento vero e proprio, ovvero il ban di massa compiuto da Supercell in Agosto. Infatti come già detto, dopo aver sollecitato i propri giocatori a un gioco corretto e pulito la casa produttrice è passata dalle parole ai fatti bannando non solo un numero altissimo di giocatori ma anche smantellando interi clan. Il maggior numero di giocatori che attualmente si trova bandito dal gioco ha almeno una volta nella vita del suo villaggio, utilizzato root o mod o comunque software di terze parti. La cosa discutibile che Supercell abbia bannato anche dei profili di gente che non ha mai utilizzato mod ma semplicemente si trovava con il telefono rootato (con i permessi di root). Quindi vi sono stati milioni di giocatori bannati giustamente (perchè ovviamente avevano violato i termini e le politiche del gioco) e affianco a loro un numero consistente di giocatori che si è trovato la schermata del ban permanenete solo perchè aveva i permessi di root sul cellulare o magari utilizzava un cellulare acquistato di seconda mano, da un amico o un parente, pur senza aver utilizzato mai imodgames o xmod.
Da quando Supercell è stata sollevata dalla proprietà Finlandese ( o meglio non è stata acquistata del tutto ma una buona parte, ovvero il 49% da parte di compratori e azionisti cinesi) si è sempre di più infittita la lotta contro i “modgamer” favorendo un gioco corretto e pulito. Qui di seguito potrete trovare i nomi di clan interamente smantellati dal ban oppure con al suo interno un alto numero di giocatori bannati che sono stati costretti a ripartire dal Municipio Livello 1:

  1. FreeSyria: clan siriano con 36 giocatori bannati;
  2. TheMerclor: clan francese con “soli” 5 giocatori bannati;
  3. iraniangold: clan iraniano con 28 giocatori bannati;
  4. thedarknessarmy: clan con 15 giocatori bannati;
  5. grecowarriors: clan greco con 27 giocatori bannati;
  6. canisciolt1: war clan italiano celeberrimo in Italia con 8 giocatori bannati;
  7. kk: clan tedesco con ben 42 giocatori bannati;
  8. rbn: clan norvegese con 30 giocatori bannati;

Non finisce qui, la Supercell ha rincarato la dose. Infatti pochi mesi fa ha lanciato sul suo forum e una notifica per avvisare tutti i giocatori dove si spiegava che per combattere eventuali mod-gamers la Supercell si impegnava non solo a bannare i singoli ma anche a penalizzare l’interno clan del giocatore colto in fragrante. Avete capito bene se siete in un clan pulito, potrete incorrere per colpa di un solo giocatore scorretto, al blocco di 14 giorni delle war del vostro clan. Sembra quasi che la Supercell voglia mettere tutti contro tutti,altro che incoraggiare ad un gioco pulito.

Per quanto mi riguarda sono sempre stato corretto su questo gioco e ovviamente io come tanti FP (Fair Players) non possiamo fare altro che essere quanto meno felici perchè così si combatte la piaga di chi imbroglia su questo gioco. Però bisogna anche dire che i modder hanno contribuito a rendere grande questo gioco. Come? Non tutti sanno che alcune delle maggiori strategie d’attacco che noi oggi conosciamo come ArcQueenValk (regina con curatori dietro e valchirie) , GoWipe (Golem,stregoni e pekka),Gohog (Golem e domatori di cinghiali) sono state ideate proprio da chi poteva simulare più volte l’attacco. Si poteva implementare un servizio che permetteva ai clan modder di scontrarsi solo contro modders clan ovvero: chi usa le mod in war incontrava solo clan con modders al suo interno e vicerversa chi giocava pulito incontra clan puliti.

Spero di non avervi annoiato, vi do appuntamento al prossimo articolo,Chriss