La grande svalutazione dell’elisir nero

Il 10 gennaio 2013, con la versione 3.3 di Clash of Clans, venne aggiunta una terza risorsa, al fianco di oro ed elisir: l’elisir nero. Si trattava di una risorsa particolarmente rara e preziosa, in grado di potenziare i propri eroi, usciti in quello stesso aggiornamento, e le future truppe nere, che uscirono pochi mesi dopo.

L’elisir nero fu una risorsa ottenibile in origine in due soli modi: attaccando villaggi nemici o raccogliendolo dalla trivella di elisir nero. Poiché il ritmo estrattivo di tale risorsa è molto più lento che per le altre, e data la sua grande importanza dell’addestrare truppe molto forti e potenziare gli eroi (una peculiarità decisiva per giocare al meglio a Clash of Clans) è chiaro che, fin dagli inizi, l’elisir nero meritò un occhio di riguardo da praticamente qualsiasi giocatore: i villaggi in farming venivano letteralmente modellati attorno al deposito di elisir nero, che spesso e volentieri cacciavano i municipi fuori dal villaggio. Con la modifica di tale feature, però, le cose non sono cambiate moltissimo e il deposito di elisir nero ha continuato a stare al centro del villaggio.

img 0215 - La grande svalutazione dell’elisir nero

Inoltre, farmare l’elisir nero non sempre è stato così facile: agli inizi la trivella poteva essere costruita solo a partire dal Municipio livello 8, cosa che obbligava i giocatori col Municipio livello 7, ossia gli unici giocatori in grado di raccogliere tale risorsa ma solo attaccando, a usare la vecchia tecnica del dark looting: si preparavano tre incantesimi fulmine e si lanciavano sui depositi di elisir nero avversari. Una pratica che permetteva di convertire il proprio elisir in elisir nero, in fondo. Inoltre, chi poteva costruire la trivella ne poteva costruire una sola, per cui aveva comunque accesso ad una quantità molto modesta di elisir nero, al giorno. Per questo motivo, infatti, il dark looting si diffuse indistintamente tra tutti i giocatori avidi di elisir nero.

Il 1º luglio 2015, con la versione 7.156 di Clash of Clans, le cose cambiarono drasticamente: arrivano gli incantesimi oscuri, ma soprattutto non fu più possibile arrecare danno da incantesimi ai depositi di risorse. In quel preciso istante, l’incantesimo fulmine perse gran parte delle sue potenzialità. Con l’arrivo dell’incantesimo veleno, infatti, perse anche la priorità per uccidere i castelli del clan molto fastidiosi, che erano composti da nugoli di arcieri. Rimase in vita solo per la tecnica del Zap & Quake, utilizzata spesso in guerra, ma fu evidente che l’incantesimo era sul viale del tramonto.

img 0219 600x450 - La grande svalutazione dell’elisir nero

Fu così evidente che, per guadagnare l’elisir nero, bisognava sudarlo. Si studiarono eserciti per farming molto più potenti, in grado di penetrare il villaggio e tagliarlo fino al core, ma era evidente che, con l’aggiunta di sempre più livelli di eroi (nella fine del 2015 si arrivò agli eroi al 45) c’era bisogno di una grande iniezione di elisir nero, ormai. Vennero aggiunti una terza trivella, a partire dal Municipio livello 10, e il livello 7 della trivella, che permise di raccogliere un totale di quasi 9 mila di elisir nero al giorno dalle sole trivelle, contro i 1080 di elisir nero disponibili al giorno dopo l’introduzione della risorsa.

Poi non solo: col tempo arrivarono anche, in rapida sequenza, i giochi del clan, le CWL e, infine, il Gold Pass, che hanno permesso di guadagnare un’altra impressionante quantità di elisir nero in breve tempo. Considerando che ogni prima settimana del mese di svolgono le CWL, seguite dai giochi del clan, mentre si gioca per sbloccare i bonus delle sfide stagionali, viene da sé che sono stati messi sul piatto circa altri 100 mila di elisir nero. Senza considerare le risorse della Tesoreria stagionale, che regalano 50 mila di elisir nero fino alla mostruosa cifra di 250 mila di elisir nero, le rune, introdotte dei giochi del clan ed in grado di riempire completamente i depositi di risorse, ed i martelli, in grado di potenziare qualsiasi cosa, compresi gli eroi, senza aspettare un secondo.

img 0220 1 600x338 - La grande svalutazione dell’elisir nero
Grazie al Martello degli Eroi è facile potenziare i propri eroi in fretta.

Ecco che da risorsa incredibilmente rara e preziosa l’elisir nero è diventato una risorsa quasi come le altre. Col tempo, grazie all’introduzione di rune, libri e martelli ottenibili grazie ad alcuni eventi molto pompati da Supercell, Supercell stessa ci ha abituati a vedere questi oggetti come la nuova “risorsa” da sfruttare, mentre l’elisir nero è diventato solo il metodo standard per potenziare truppe ed eroi. Inoltre, grazie a questa sovrabbondanza di premi che non possono essere rubati in alcun modo, potenziare è diventato estremamente più facile e veloce, e ciò aumenta le riserve di elisir nero globali, rendendolo sempre più accessibile e, in maniera indiretta, contribuire ad una crescita più veloce da parte di ogni giocatore.

Sul lungo periodo, una tale strategia potrebbe mettere in pericolo Supercell, perché permette a tutti di raggiungere la vetta in breve tempo e rischia di mettere pressione affinché ci sia di nuovo qualche nuova modalità di gioco o, addirittura, un nuovo municipio. Sul breve periodo, questo massiccio aumento di giocatori ai massimi livelli potrebbe essere una chiave interessante che potrebbe sistemare il problema delle nuvole a leghe alte, un problema che Supercell già affronta da vari mesi.


Segui il TheLastWar

📲Link sitohttps://www.thelastwar.it/ 
🆕Link Canale Telegramt.me/thelastwarblog 
🔔 Link Pagina Facebookhttps://www.facebook.com/thelastwarblog
📢Link Profilo Instagramhttps://www.instagram.com/thelastwar.it/


Gnuccaria
nikob79@gmail.com

Lascia un commento