Una Vita da Co-Capo su Clash of Clans

Due settimane fa mi sono preso una vacanza da Clash.
“Ma che sei pazzo? Durante le Cwl?”

Yesssaaaa…ogni tanto bisogna staccare un pochino la spina, Clash a volte assorbe più di quanto dovremmo permettere di farci prendere, e un periodo di pausa breve è molto meglio di arrivare a sclerare definitivamente per poi disinstallare il gioco, non trovate?

images 3 - Una Vita da Co-Capo su Clash of Clans

E niente, ho lasciato il clan in mano ai miei co-capi. Ogni tanto mi collegavo, e li vedevo muoversi frenetici ed operosi come formiche, mentre assegnavano attacchi, verificavano la squadra, controllavano le donazioni, elaboravano la strategia.
E mi sono reso conto che i co-capi sono i “mediani” di Clash of Clans. No, non i mediani odierni, i fighetti che saltano le partite perché l’estetista mentre li depilava ha rimasto un peletto che si è incarnito.

Segui anche tu il TheLastWar, dal 2016 il più seguito e coinvolgente Blog di Clash of Clans! Entra nel nostro Canale News Telegram per non perdere neanche una notizia 👉🏻👉🏻👉🏻 telegram.me/thelastwarblog

Ma i mediani di una volta, quelli di Ligabue, per intenderci, descritti nella canzone “Una Vita da Mediano”. Quelli che lavorano sui polmoni, che fanno a sportellate in mezzo al campo come Oriali.
Perché il co-capo è quello che ti controlla la squadra qualche minuto prima che tu starti, e ti avvisa in caso di qualche player che ha messo i reali in up ma non ha aggiornato lo scudo. E lo fa quasi leggendoti nel pensiero, perché ti conosce e sa bene chi stai per mettere in war.
È quello che di solito dona più degli altri, e che dopo dieci minuti dall’inizio del giorno dei preparativi ha già riempito mezzi castelli War. Ma lo fa in silenzio, senza sbandierarlo in giro. Ci perde un sacco di nero, un botto di rosa, ma ad ogni war, mentre la lente gira in ricerca, lui è già lì a preparare truppe per le donazioni.
Ed è quello che nel novanta per cento dei casi, scende a recuperare un villaggio in basso, perdendoci il bottino war, perdendoci stelle e andando in rosso con l’esercito, ma permettendoti di fare quelle stelle preziose che ti consentono di vincere la War.

images 1 1 - Una Vita da Co-Capo su Clash of Clans

E lo fa senza fiatare. Lo fa perché ama il clan, perché ama il gruppo. Perché ha avuto la sfortuna di non avere lo “spunto” di essere capo, quella figura a volte ingombrante che, con la sua ombra, eclissa il solerte operato del malcapitato co-capo.
E forse non avrà “i piedi buoni”, perché ha magari un villaggio non così tanto maxxato, oppure non avrà l’estro del “dieci”, l’asso del clan che tira fuori dal cilindro tecniche astruse manco fosse un prestigiatore.
Non “segnerà” molto, proprio perché il suo potenziale viene spesso inespresso, perché deve scendere a recuperare un fail su un th9 giù, giù in fondo.

Ma è quello che a fine War, ha sempre la maglietta sudata. E che non vede l’ora che ricominci la prossima.

Grazie.

Dedicato a tutti i miei co-capo. Simon C.


Segui anche tu il TheLastWar

📍Telegram: http://t.me/thelastwarblog
📍Facebook: https://www.facebook.com/thelastwarblog
📍Instagram: https://www.instagram.com/thelastwar.it/


Simon Panther
cipolletta.simone84@gmail.com

Lascia un commento