Ciao Capo! Mi spiace non puoi Copiare i contenuti del TheLastWar!

La “Saudade” delle nuvole

La “Saudade” delle nuvole
download 2 - La "Saudade" delle nuvole

Avete presente quel meme nel quale si vede Pablo Escobar da solo, prima in piedi, poi seduto sull’altalena…insomma questo che vedete di fianco?

Ecco. Vi siete mai sentiti come lui? Beh dai, direi di sì, ma non certo per colpa di Clash, giusto? O forse no….

No perché ultimamente, dopo la famosissima Operazione Blue Skies, che sembra il titolo del nuovo James Bond ma (purtroppo) non lo è, si stanno diffondendo i players Escobar: sguardo fisso nel vuoto, perso a pensare chissà dove, mani conserte dietro la schiena, e gli 8 attacchi a lega leggenda finiti. E adesso? Che faccio?

Si perché diglielo tu a quel player in Leggenda, la nuova Lega Leggenda, che non deve più puntare le sveglie quando finisce la guardia, fossero pure le 2:37 del mattino. Diglielo tu, ad uno che per anni si è abituato ad aspettare… aspettare…ed aspettare che aprisse un villaggio in mappa, per poi skipparlo perché gli dava pochi trofei, e poi aspettare di nuovo per omnia saecula saeculorum, che adesso si fa gli 8 attacchi e stop?

hqdefault - La "Saudade" delle nuvole

Ma la cosa bella è che voi vi aspettate i zompi di gioia, per l’eliminazione delle nuvole. Anche perché ci facciamo un ragionamentino logico: prima dovevo stare online 24 ore al giorno, attaccare nei posti e nei momenti più disparati perché mi apriva, e che fai, te ne privi? E no che non te ne privi! Adesso mi faccio gli attacchi miei, me li diluisco nell’arco della giornata, bello tranquillo, e mi dedico ad altro.

Segui anche tu il TheLastWar, dal 2016 il più seguito e coinvolgente Blog di Clash of Clans! Entra nel nostro Canale News Telegram per non perdere neanche una notizia 👉🏻👉🏻👉🏻 telegram.me/thelastwarblog

Il ragionamento fila. Eccome se fila. Ma come lo fai capire ad uno che per anni non ha avuto “altro” a cui dedicarsi? E che adesso, come Pablito, si ritrova a fissare il villaggio cercando di trovarsi qualcosa da fare?
E mentre si svuotano per la 289esima volta in un ora gli estrattori, le miniere e le trivelle, ecco che sale il rimpianto, la saudade delle nuvole.

A noi players non scalatori, davvero ci sembra strano. È come dire all’italiano medio che si guarda i film sulla Mediaset (film parola grossa, sono pubblicità inframmezzate da spezzoni di film) “ho il DVD, lo vediamo insieme? Così invece di metterci 4 ore per un film, in 1 ora e 30 abbiamo fatto” e sentirsi replicare “no grazie, a me divertono proprio le pubblicità”.

Pazzi? No. Nostalgici, sentimentali, questo si. E vabbè, anche un po’ pazzi, ammettiamolo. Clash è in continua evoluzione, e viene incontro anche a coloro che non hanno giornate intere a disposizione per poter giocare.
In portoghese c’è una parola, saudade, che ho usato nel titolo. È l’atteggiamento malinconico e nostalgico di qualcosa che si aveva, e che si è perso. Non è un sentimento definito, piuttosto una condizione di spirito, un malessere indefinito, che spinge a chiudersi in se stessi. E la saudade, il rimpianto delle nuvole, sta facendo chiudere in sé stessi un bel po’ di players. E si, sarà sicuramente l’addio più sentimentale e nostalgico che si possa dare ad un modo di giocare che per anni è stato l’imprinting di una tipologia di players, ma adesso, è giunto il momento di voltare pagina.

In inglese, sapete, ci sono due modi per dire “voltare pagina”: il primo è quello nostalgico, “turn on a new leaf“, gira un nuovo foglio, comincia da capo.
L’altro, è l’augurio che voglio fare a tutti gli Escobar di Clash, che presi dalla tristezza, stanno pensando addirittura di disinstallare il gioco: “it’s time to move on”. Che tradotto, significa: Jamm bbell! MUOVITI!

Simon C.


Segui anche tu il TheLastWar

📍Telegram: http://t.me/thelastwarblog
📍Facebook: https://www.facebook.com/thelastwarblog
📍Instagram: https://www.instagram.com/thelastwar.it/